Differenza tra creatività e innovazione

Le discussioni sull’innovazione sono spesso difficoltose perchè le persone non hanno le idee chiare sul significato di alcuni termini chiave. In particolare c’è molta confusione sulle differenze tra creatività, innovazione e invenzione.

Partiamo con alcune definizioni:

Creatività: è la capacità o l’atto di concepire qualcosa di originale o inusuale.

Innovazione: è l’implementazione di qualcosa di nuovo

Invenzione: è la creazione di qualcosa che non è mai stata fatta prima ed è riconosciuta come il prodotto di un’intuizione

Se avete un brainstorm durante una riunione e proponete dozzine di nuove idee state mostrando la vostra creatività ma non c’è nessuna innovazione fino a che non verrà realizzato qualcosa di concreto. Qualcuno deve essersi preso dei rischi e realizzato qualcosa per trasformare un’idea creativa in innovazione. Un’invenzione può essere un prodotto, un device o un metodo che non è mai esistito prima. Quindi tutte le invenzioni sono innovazione. Ma non tutte le innovazioni sono invenzioni. Quando la vostra azienda ha pubblicato per la prima volta il suo sito web questo è stato un’innovazione per l’azienda anche se esistevano migliaia di altri siti.

In genere pensiamo all’innovazione come ad un nuovo prodotto ma si può innovare con un nuovo processo, un metodo di lavoro, un business model, una partnership, un nuovo canale di distribuzione o una nuova stategia di marketing. Quindi ogni aspetto del vostro business può essere fonte di innovazione. Associare l’idea di innovazione ai soli prodotti può essere limitante per le aziende. Alcune delle maggiori innovazioni che potete introdurre riguardano i vostri modelli di business ed i servizi ai clienti. Se guardiamo a compagnie come Dell, Amazon, Ebay possiamo vedere come le grandi innovazione che hanno introdotto sono sul modello di business piuttosto che sul prodotto.

L’innovazione, essendo incrementale permette sviluppi sul lungo periodo, quindi dobbiamo continuamente sviluppare creatività che poi dovremo tramutare in innovazione nel più breve tempo possibile.

Google Wallet ora supporta qualunque carta di credito

Dopo un inizio un po’ stentato Google Wallet introduce un’importante novità per gli utenti.

La nuova versione di Google Wallet permette infatti di aggiungere qualsiasi carta di credito all’account permettendo a tutti di usare il sistema di pagamento di Google.

A differenza di quello che avveniva nella prima versione del servizio le informazioni non saranno salvate nel chip NFC del telefono ma online attraverso un servizio cloud base. Negli estratti conti inoltre le transazioni apparterranno a Google e non più al venditore presso il qua e si è usato google Wallet.

Le novità introdotte dovrebbero permettere a Google di ampliare la base utenti del suo sistema di pagamento che potrebbe diventare finalmente appetibile anche per i commercianti.

Come inviare pagine web al Kindle da iPhone

Leggere gli articoli e le pagine web sul Kindle è uno degli aspetti migliori del device Amazon. Abbiamo già visto come possiamo leggere gli articoli sul nostro ebook grazie ad Instapaper ma oggi voglio spiegarvi come è possibile inviare una pagina web da iPhone a Kindle.
Ecco come fare:

  • Create un account in Readability (è gratuito)
  • Entrate nell’area di amministrazione del vostro kindle e aggiungete l’indirizzo kindle@readability.com tra gli indirizzi dai quali accettare i documenti

A questo punto passiamo sul nostro iphone:

  • Aprite Safari e visitate una qualunque pagina web
  • Premete sull’icona con la freccia che trovate in basso e selezionate aggiungi preferito e salvate
  • Ora che abbiamo il nostro preferito selezioniamo l’icona a forma di libro che si trova sempre sulla parte inferiore del vostro safari
  • Selezionate Modifica in basso a sinistra e premete sul preferito appena aggiunto
  • A questo punto rinominatelo come preferite, “invia a kindle” per esempio
  • Nella riga inferiore cancellate tutto il contenuto e incollate questo codice:

    javascript:(%28function%28%29%7Bwindow.baseUrl%3D%27http%3A//www.readability.com%27%3Bwindow.readabilityToken%3D%27%27%3Bvar%20s%3Ddocument.createElement%28%27script%27%29%3Bs.setAttribute%28%27type%27%2C%27text/javascript%27%29%3Bs.setAttribute%28%27charset%27%2C%27UTF-8%27%29%3Bs.setAttribute%28%27src%27%2CbaseUrl%2B%27/bookmarklet/send-to-kindle.js%27%29%3Bdocument.documentElement.appendChild%28s%29%3B%7D%29%28%29)
  • Salvate

Ora per inviare la pagina web a Kindle non dovete far altro che visualizzarla in Safari su iPhone, selezionare l’icona con la freccia in basso e premere sul bookmark creato. Il sistema invierà la pagina selezionata al vostro Kindle e voi potrete leggerla come e dove vorrete direttamente dal vostro ebook.

3 consigli per monitorare la reputazione online con Google Alerts

Google Alerts, oltre ad essere un ottimo strumento per rimanere aggiornati sugli argomenti di nostro interesse, è un ottimo tool per monitorare la nostra reputazione online.

Monitorare il proprio nome

L’uso più naturale dello strumento è sicuramente quello di creare degli alerts con all’interno il nostro nome, quello della nostra azienda, prodotto o cliente che seguiamo. Il consiglio in questo caso è di impostare un alert giornaliero in modo tale da poter rispondere prontamente ai contenuti che vengono pubblicati

Monitorare i link che puntano al nostro sito

Creando un alerts con questo contenuto link:http://www.miositoweb.com si riceveranno gli articoli pubblicati in rete che rimandano al nostro sito. Questa tipologia di avviso permette anche di scoprire nuovi possibili siti partner.

[adsense format=”2″]

Monitorare un sito web specifico

Sempre più spesso alcuni siti web copiano e ripubblicano contenuti che prendono da altri siti, provocando in alcuni casi danni consistenti in termini di traffico e di ranking. Se avete problemi di questo tipo potete creare un avviso contenente site:http//www.sitodamonitorare.com

Monitorare news locali

Se volete individuare solo le news relative ad una particolare città o stato potete aggiungere alla vostra ricerca la dicitura location:città-o-stato-da-monitorare

Se avete altri consigli su come utilizzare Google Alerts per monitorare la reputazione online lasciate un commento.

Ephemera: sincronizzare kindle con Instapaper




Abbiamo già visto come leggere sul nostro kindle gli articoli che salviamo quotidianamente su Instapaper sfruttando il servizio di invio automatico.
Se però volete adottare un approccio desktop oriented vi suggerisco di provare Ephemera.
Il software, sviluppato dal tedesco Carlo Zottmann, permette di caricare tutti gli articoli scaricati da Instapaper all’interno del Kindle ogni volta che questo viene collegato al Mac. Una volte che leggere l’articolo su Kindle e ricollegherete il vostro device al Mac, Ephemera notificherà ad instaper che avete letto l’articolo che verrà quindi archiviato. Comodo no?
Nel caso utilizziate Windows provate Wordcycler, disponibile per Windows – XP, Vista e 7. Il principio di funzionamento è praticamente lo stesso anche se non so dirvi come funzioni il sistema di archiviazione degli articoli.