LinkedIn share button: ora le cose cambiano

LinkedIn è uno dei social network che utilizzo maggiormente per rimanere aggiornato nel mio ambito lavorativo e conoscere e scoprire nuovi collaboratori. Nel corso degli anni le novità introdotte da LinkedIn sono state molte dimostrandosi in grado di adattarsi alle tendenze del mercato e alle richieste degli utenti.

E’ di pochi giorni fa la notizia che LinkedIn ha creato il suo bottone di share che potrà essere liberamente inserito all’interno dei nostri siti. Sebbene non si possa considerare una novità dal punto di vista tecnico, si tratta di una soluzione già adottata sia da Facebook che da Twitter, la realizzazione di questo bottone risulterà molto importante per LinkedIn, vediamo il perchè.  Da sempre sostengo che LinkedIn non abbia mai più di tanto agevolato l’interazione tra gli utenti rendendo molto macchinose alcune operazioni come, ad esempio, la pubblicazione di news. Per condividere una news all’interno di un gruppo ad esempio era necessario entrare su LinkedIn, accedere al gruppo, andare sulla bacheca e pubblicare la news. Troppi passaggi quindi, che di sicuro non invogliavano l’utente alla condivisione ed alla discussione. Oggi la situazione cambia con l’introduzione del bottone di share perchè l’articolo che si sta leggendo potrà essere pubblicata sul proprio profilo nella parte dedicata agli aggiornamenti, inviata ad uno specifico contatto oppure condivisa in uno o più gruppi da noi scelti.

In questo modo la pubblicazione di materiale su LinkedIn viene velocizzata, fattore che non potrà che far aumentare l’interazione tra gli utenti. Questa situazione delega però ai publisher la responsabilità di rendere i contenuti facilmente condivisibili su LInkedIn. Quello a cui LinkedIn dovrebbe lavorare è la costruzione di un add-on per i browser oppure un bookmark che permetta la condivisione di qualunque articolo presente sulla rete, non solo di quelli che presentano il nuovo share button.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata
I campi obbligatori hanno un *