Freebase apre i suoi dati

Freebase ha annunciato l’inizio del suo servizio RDF permettendo a chi vorrà di accedere ai suoi dati.

Freebase è un open database, open perchè viene creato dalla community e open nel senso di accessibile. All’interno del database si posso trovare informazioni su ogni tipo di cosa e persona. Tutte le informazioni sono strutturate permettendo quindi una nuova navigazione agli utenti.

Grazie all’introduzione di questo servizio Freebase permette agli utenti di inviare una richiesta ai propri server e ricevere in cambio informazioni circa un particolare topic in formato RDF/XML. Questo permetterà a chi vorrà e ne sarà capace di elaborare tali informazioni per poi proporle agli utenti in nuove modalità.

Trovo che questa sia la via da seguire per arrivare al tanto declamato web 3.0, un web caratterizzato da dati accessibili resi disponibili attraverso formati standard.

Via: W3C

Reblog this post [with Zemanta]
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata
I campi obbligatori hanno un *